Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Formazione: Regione vara piano triennale, fondi solo su progetti

16/03/2012

Arriva al traguardo la svolta della formazione professionale in Sicilia con il "Piano per il rafforzamento dell'occupabilita' della forza lavoro siciliana", presentato a Palazzo d'Orleans dal presidente della Regione, Raffaele Lombardo, con l'assessore all'Istruzione Mario Centorrino, e il dirigente generale, Ludovico Albert. Il piano, valido per il triennio 2012/2014, introduce una "aziendalizzazione" degli enti di formazione che dovranno autogestirsi secondo criteri di qualita' per essere ammessi dalla Regione ai finanziamenti dei progetti. Insomma, basta con "carrozzoni" e con gli stipendi del personale appesi al bilancio regionale. Previsti una serie di pacchetti formativi da avviare nell'annualita' 2012 con risorse a valere sul PO FSE (Asse II Occupabilita'), il fondo europeo da cui provengono le somme destinate al progetto, 286 milioni e 602 mila euro alll'anno per tre anni.

"Si tratta di una vera rivoluzione -ha commentato Centorrino- cio' che finalmente appare inequivocabile e' che il piano di formazione si svolge attraverso il finanziamento di progetti, non piu' attraverso il pagamento di stipendi di soggetti addetti alla formazione. Cio' significa che ci sara' un controllo di ammissibilita', un controllo di attuazione e di efficacia prima di essere finanziati. Se nell'attuazione e nella qualita' daranno risultati negativi, il finanziamento non sara' erogato". Potranno accedere al fondo, tramite bando, gli enti accreditati che riceveranno 129 euro l'ora per ogni corso.