Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Pesca, agricoltura e turismo, 15 mln per lo sviluppo sostenibile, approvata la graduatoria.

12/07/2012

Approvata la graduatoria provvisoria dei beneficiari dei contributi per un totale di 15 milioni di euro a valere sulla misura 4.1 (asse 4) del Fondo europeo per la pesca (Fep) 2007-2013, finalizzata allo sviluppo sostenibile e in particolare a progetti di sostegno a servizi non solo per la pesca ma anche per l'acquacoltura e il turismo. Il dipartimento Pesca dell'Assessorato regionale alle Risorse agricole e alimentari finanziera' i Gac (Gruppi di azione costiera), costituiti da partner pubblici e privati. In un atto di indirizzo dell'Assessore Francesco Aiello, si stabilisce che possano ottenere dei finanziamenti comunitari tutti i territori costieri della Sicilia.

"Gli obiettivi - ha detto Aiello - sono quelli di soddisfare tutte le richieste arrivate e consentire un impiego piu' efficace dei contributi, utilizzando lo stanziamento totale messo a bando di circa 12 milioni e 500mila euro, a cui si aggiungono altri 2 milioni, come stabilito dal Comitato di sorveglianza nazionale, ed eventuali altre economie provenienti dagli assi 1, 2 e 3 del Fep. La ridistribuzione degli aiuti potra' essere raggiunta attraverso la concertazione tra l'amministrazione e i Gac gia' selezionati. In questo modo - ha proseguito l'Assessore - metteremo in moto interventi di sviluppo sostenibile per migliorare la qualita' della vita in ogni zona costiera. Secondo due direttrici: la prima prevede processi di competitività duraturi nel tempo, diversificando le attivita' dei pescatori; la seconda, infrastrutture e servizi per progetti di cooperazione interregionale e transnazionale tra i Gruppi per favorire lo scambio di esperienze e di pratiche piu' sostenibili". La misura comunitaria 4.1 dara' un particolare impulso anche alla valorizzazione dei prodotti ittici locali. Gli investimenti saranno realizzati, da una parte, attraverso l'integrazione di filiera tra attivita', lavorazione, trasformazione e commercializzazione, dall'altra, attraverso la presenza delle imprese in fiere, manifestazioni enogastronomiche, e servizi permanenti sul territorio, come la ristorazione e l'ospitalita' turistica, anche integrate tra loro.


Nunzio Ciarcià