Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Uil: ''I 400 mln che il Governo nazionale ha stanziato sono un segnale importante. Ma la situazione resta preoccupante''.

20/07/2012

"I 400 milioni che il Governo nazionale ha stanziato per la crisi di liquidita' in Sicilia sono un segnale importante. Ma la situazione resta comunque preoccupante. La Uil Sicilia si rifiuta di entrare nella diatriba sulle date elettorali ma chiede di cominciare a dare risposte certe a lavoratori e cittadini". Lo dice il segretario generale della Uil siciliana, Claudio Barone, che aggiunge: "Occorre subito mettere a punto un piano straordinario per il lavoro, a partire dall'utilizzo dei Fondi europei che non possono essere perduti o male utilizzati. Bisogna poi intervenire contro una macchina burocratica regionale ancora troppo ingessata. Ancora valorizzare la professionalita' dei lavoratori, stabilizzare e utilizzare bene tutto il personale che afferisce al bilancio della Regione senza aggravio di costi mettendo cosi' fine a una condizione di precarieta' che serve solo alla politica per ricattare in cambio di consenso. Su queste posizioni - conclude Barone - auspichiamo la definizione di un documento comune, delle organizzazioni sindacali e datoriali, che ha dato vita alla manifestazione del primo marzo e che ancora aspetta risposte. Se serve un intervento del Governo nazionale per accelerare la spesa delle risorse comunitarie in Sicilia ben venga ma bisogna intervenire su cose concrete e non sui giochi politici".


Nunzio Ciarcià