Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Credito: Bankitalia, in Sicilia -0,8% nel 2012 e trend -0,6%

14/06/2013

I prestiti bancari in Sicilia registrano un segno negativo nel 2012, con una contrazione dello 0,8 per cento, a fronte del +5,3% rilevato nel 2011. Un calo che ha interessato sia le famiglie sia le imprese, e che e' continuato anche nei primi mesi del 2013: -0,6% a marzo. Questi alcuni dei dati elaborati dalla sede di Palermo di Banca d'Italia nel rapporto "Economie regionali, l'economia della Sicilia". In particolare, i prestiti alle famiglie si sono contratti dello 0,4 per cento a dicembre del 2012, sia per la richiesta di mutui bancari finalizzati all'acquisto di abitazioni (-53,9%), sia per il credito al consumo.

I prestiti alle imprese si sono ridotti del 1,2 per cento, risultato in parte legato a un atteggiamento di prudenza e rigidita' da parte delle banche che guardano con preoccupazione al futuro, spaventate da un aumento di nuove sofferenze rettificate (dal 2,6 al 3,3 per cento nel 2012). Unico segnale positivo riguarda la raccolta al dettaglio tra le famiglie e le imprese, cresciuta del 4,2 per cento. L'aumento dei depositi riguarda esclusivamente le famiglie consumatrici che, spinte dall'incertezza dell'economia, potrebbero aver optato per una via precauzionale, incentivata dalla banche nel tentativo di stabilizzare in questa maniera i loro depositi.