Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Autoimpiego, ripartono i finanziamenti per giovani e disoccupati gestiti da Invitalia

19/12/2013

Ripartono i finanziamenti per l’Autoimpiego e l’Autoimprenditorialità gestiti da Invitalia. Il Governo ha infatti rifinanziato con 80 milioni di euro gli incentivi previsti dal D.Lgs. 185/2000, rivolti alle imprese composte in maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni e disoccupati/inoccupati. Da giorno 17 Dicembre 2013 è nuovamente possibile presentare domande di finanziamento per iniziative da realizzare esclusivamente in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. 
“L’invio delle domande – spiega Dario Sirugo responsabile Finanza Agevolata di pmiRagusa -  era stato sospeso il 26 aprile 2013 per esaurimento dei fondi; le agevolazioni per l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità dal 1996 al 2012 hanno consentito la nascita di 105.000 nuove imprese, costituite da giovani e disoccupati, che hanno creato oltre 190.000 nuovi posti di lavoro, attivando investimenti per circa 5 miliardi di euro. Il 90% di queste iniziative è stato realizzato nelle regioni del Mezzogiorno. Si tratta infatti di misure agevolative essenziali per favorire la nascita di nuove imprese e per consentire a chi è senza lavoro di mettersi in proprio. Nello specifico – prosegue il dott. Sirugo - le agevolazioni vengono erogate sotto forma di contributi a fondo perduto e mutui agevolati in misura combinata sulla base della spesa da realizzare. Sono stati inoltre stanziati 18 milioni di euro per lo sviluppo di imprese turistiche, culturali e naturalistiche nei poli di attrazione culturali, naturali e paesaggistici situati nelle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia; a tal proposito non tutte le aree sono destinatarie di questi fondi, ad esempio gli unici Comuni appartenenti alla provincia di Ragusa dove è possibile avviare delle imprese turistiche, culturali e naturalistiche utilizzando le risorse stanziate sono: Comiso, Modica, Monterosso Almo, Scicli, Ispica, Pozzallo e Ragusa. Le risorse vengono erogate sulla base dell’ordine cronologico di arrivo dei progetti, pertanto è importante – conclude Sirugo – procedere celermente allo sviluppo dei progetti e all’inoltro di questi al soggetto gestore dei fondi, in questo caso Invitalia S.p.a”. PmiRagusa è a disposizione di chiunque avesse bisogno di ulteriori chiarimenti in merito: è sempre attivo a tal proposito il numero verde 800 910 267.
 
Nunzio Ciarcià