Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Ordine degli Architetti di Ragusa e Multifidi insieme per contrastare la crisi

28/01/2014

Sostenere gli iscritti all'ordine nelle politiche di contrasto alla crisi: questo in sintesi l'obiettivo della convenzione firmata dall'Ordine degli Architetti di Ragusa e il Consorzio Multifidi. Attraverso l'accordo, sottoscritto dal presidente Giuseppe Cucuzzella per l'Ordine e dall'amministratore delegato Roberto Biscotto per Multifidi, le parti convengono di sostenere un modello di erogazione di servizi dedicati e specialistici a sostegno delle attività professionali secondo le rispettive prerogative. Specificatamente il Consorzio, tra le altre cose, s'impegna ad effettuare una riduzione del 20% sulle commissioni applicate relativamente alle garanzie effettivamente concesse ai soggetti iscritti all'Ordine. La collaborazione tra Ordine degli Architetti della provincia di Ragusa e Multifidi mira anche ad estendere le rispettive aree di collaborazione in funzione delle esigenze e delle occasioni che si dovessero di volta in volta rendere disponibili. Essendo Multifidi un Consorzio riconosciuto dalla Regione Siciliana, i professionisti potranno accedere ai prestiti agevolati con il contributo in conto interessi fino al 60 per cento previsto dalla L.R.11/2005.

La convenzione con l'Ordine degli Architetti – afferma l'amministratore delegato di Multifidi Roberto Biscotto – è un atto concreto della serie di rapporti che abbiamo avviato con gli ordini professionali delle nove province siciliane. L'obiettivo è quello non solo di assistere i professionisti nell'accesso al credito ma anche di supportare i processi di aggregazione e fusione tra studi professionali nell'ambito di un piano di sviluppo economicamente e finanziariamente sostenibile dell'attività che privilegi la diversificazione o la specializzazione dei servizi erogati”.

Ringrazio il Consorzio Multifidi – aggiunto il presidente dell'Ordine degli Architetti della provincia di Ragusa Giuseppe Cucuzzella – per la disponibilità dimostrata a sostenere i nostri iscritti. Avere a disposizione informazioni, strumenti e servizi utili al sostegno dell'attività professionale è sicuramente un aiuto concreto in un momento come questo di grave crisi economica”.

Nunzio Ciarcià