Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Contributi PMI: nuovo Bando Brevetti +2

03/09/2015

Si chiama “Brevetti+ 2” ed è la nuova iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico, attraverso la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione (DGLC) – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), per la valorizzazione economica dei brevetti soprattutto quelli presentati da micro, piccole e medie imprese. Tra gli obiettivi quello di: “Favorire lo sviluppo di una strategia brevettuale e l’accrescimento della loro capacità competitiva, attraverso la concessione ed erogazione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato”.
 
Gli incentivi vengono concessi sotto forma di contributo de minimis (Regolamento CE n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”):
  • alle micro e PMI che vogliano portare sul mercato prodotti nuovi basati su brevetti rilasciati dal 2013;
  • agli spin-off universitari/accademici per i brevetti rilasciati dal 2012.
Il finanziamento, a fondo perduto, potrà avere un importo massimo di 140 mila euro e non può superare l’80% dei costi ammissibili (fino al 100% dei costi ammissibili per gli spin-off).
 
Alle imprese viene chiesto di essere appena costituite, con sede legale e operativa in Italia e in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:
 
  • essere titolari o licenziatari di un brevetto rilasciato successivamente al 1° gennaio 2013;
  • aver depositato una domanda di brevetto successivamente al 1° gennaio 2013;
  • essere in possesso di una opzione d’uso o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di un brevetto rilasciato successivamente al 1° gennaio 2013;
  • essere spin-off accademici costituiti da meno di 12 mesi e titolari di un brevetto concesso successivamente al 1° gennaio 2012.
La richiesta di accesso alle agevolazioni avviene tramite la compilazione online di un progetto (project plan) da presentare entro 30 giorni dall’assegnazione del protocollo elettronico ad Invitalia esclusivamente a mezzo PEC, all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it.. Il project plan deve evidenziare le modalità con cui l’impresa intende valorizzare economicamente il brevetto e come i servizi richiesti sono finalizzati al raggiungimento di risultati coerenti con la strategia descritta. Le domande di accesso all’incentivo potranno essere presentate, per via telematica esclusiva tramite il portale di Invitalia, a partire dal prossimo 6 ottobre.
 
fonte: pmi.it