Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Latte senza controlli, allevatori sul piede di guerra

08/07/2016

Dal 1 aprile i circa 130 dipendenti dell’ARAS si astengono dal loro lavoro per non aver ricevuto i loro stipendi da oltre un anno. Premesso che i cosiddetti funzionali per gli allevamenti da latte e controlli ponderali per gli allevamenti da carne devono avvenire ogni 80 giorni, dal 1° luglio agli allevatori siciliani mancano i suddetti controlli, che causano danni e disagi ai produttori, fermo restando che il latte, prima di arrivare sulle tavole dei consumatori viene normalmente controllato e garantito.
Gli allevatori siciliani si sono rivolti, tramite il loro legale, avv. Giorgio Cassarino, alla procura di Palermo chiedendo di verificare eventuali reati nella condotta degli enti interessati alla gestione dei controlli ad oggi sospesi. Gli allevatori, inoltre, oggi 40, ( ma in crescita visto che il problema coinvolge tutto il territorio regionale) hanno diffidato il Ministero delle Politiche Agricole, l’Assessorato Regionale, l’Associazione Italiana Allevatori e l’associazione regionale degli allevatori, a ripristinare i controlli previsti dai disciplinari latte e carne ed hanno richiesto i danni conseguenti a questo blocco dei controlli.