Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Gli utenti di internet superano il 50% della popolazione italiana, continua la crisi della carta stampata a favore dei giornali on line.

13/07/2011

Gli utenti di internet superano per la prima volta la soglia del 50% della popolazione italiana. E' quanto si evince dal nono rapporto Censis/Ucsi sulla comunicazione.

Nel 2011, si legge nel rapporto, l'utenza di Internet si attesta al 53,1%, in crescita del 6,1% rispetto al 2009. L'87,4% degli utenti è costituito da giovani tra i 14 e i 29 anni, mentre gli anziani tra i 65 e i 80 anni si attestano al 15,1%.

Prosegue, invece, la crisi della carta stampata. I quotidiani a pagamento perdono, tra il 2009 e il 2011, il 7% di lettori, attestandosi ad un'utenza del 47,8%. La free press, al contrario, cresce seppur di poco (+1,8%, salendo al 37,5%).

Rimane stabile la lettura delle testate giornalistiche on line (+0,5%, con un'utenza del 18,2%), che però non si possono più considerare le versioni esclusive del giornalismo sul web, perché i diversi portali Internet di informazione contano oggi un'utenza pari al 36,6% degli italiani.

Per quanto riguarda i dispositivi mobili, invece, tra i giovani spicca il dato relativo agli smartphone (+3,3%, con un'utenza che sale complessivamente al 17,6% e al 39,5% tra i giovani), mentre c'è una flessione del 5,5% tra il 2009 e il 2011 nell'uso del telefono cellulare in generale.

Tra le fonti d'informazione, rivela il rapporto, dominano ancora i telegiornali, scelti come fonte dall'80,9% degli italiani. Tra i giovani, però, il dato scende al 69,2%, avvicinandosi molto al 65,7% raggiunto dai motori di ricerca su Internet e al 61,5% di Facebook.


Nunzio Ciarcià