Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

Lombardo interviene in tema di fondi Ue: ''non si escludano ambiente ed energia''.

04/11/2011

Una revisione dei programmi cofinanziati dai fondi strutturali 2007-2013 che determini una maggiore concentrazione sugli investimenti in grado di produrre effetti diretti sulla competitivita' e la crescita del Paese. Di questo hanno discusso ieri le Regioni del Sud in un incontro convocato dal ministro per i Rapporti con le regioni, Raffaele Fitto. La necessita' di avviare la riprogrammazione dei fondi discende dagli impegni assunti dal governo con la Commissione europea per una serie di misure volte a sostenere la crescita.

"Il confronto che abbiamo avviato con il ministro Fitto continua a funzionare - ha detto al termine dell'incontro, il presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo - Abbiamo sottoscritto un documento condiviso sulla riprogrammazione dei fondi strutturali. Comprendiamo le difficolta' che sta attraversando il nostro Paese, e purtroppo le nostre regioni del sud sono in prima fila nel sopportare sacrifici e tagli. Credo che l'idea della riprogrammazione orientata verso pochi, grandi obiettivi condivisi, per superare la logica della dispersione delle risorse in mille rivoli, sia una buona strada". I governatori hanno ottenuto la garanzia che in caso di revisione del tasso di cofinanziamento comunitario, le risorse saranno vincolate al rispetto del principio di territorialita'. Quattro i settori di intervento sui quali si e' convenuto di concentrare le risorse: istruzione, banda larga, infrastrutture e occupazione. La Regione siciliana e la Sardegna hanno chiesto di non ritenere esclusi due settori fondamentali per le due isole: ambiente ed energia.

"I quattro settori di intervento - ha aggiunto Lombardo- sono quelli che prioritariamente riceveranno attenzione, ma non esclusivamente. Abbiamo chiesto che altri settori, come quelli dell'ambiente e dell'energia, siano degni di attenzione e di finanziamenti che, vista l'esiguita' delle risorse pubbliche, potranno essere ricercati con lo strumento del project financing. Il documento che abbiamo sottoscritto dara' forza al governo affinche' la Commissione europea e il commissario Hahn aderiscano a questa ipotesi". L'intesa sara' sottoposta dal governo al commissario europeo per la Politica regionale, Johannes Hahn, nel corso di un vertice che si terra' a Roma lunedi' prossimo.

(Agi)


Nunzio Ciarcià