Fai di Impresasicilia la tua homepage                     

I dati aggiornati sul Credito d'imposta ci confortano ulteriormente sulla scelta fatta e sulla strada da seguire.

25/11/2011

"I dati aggiornati sul Credito d'imposta ci confortano ulteriormente sulla scelta fatta e sulla strada da seguire. La distribuzione delle istanze su base provinciale evidenzia una vitalita' del nostro territorio che deve indurci ad un ulteriore sforzo e a chiedere una maggiore attenzione da parte del governo nazionale". Cosi' ha commentato il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, gli ultimi dati sul Credito d'imposta. Delle 895 imprese che ad oggi hanno fatto richiesta 167 hanno sede produttiva a Catania, 159 a Palermo, 140 a Messina. Ma, anche in province piu' piccole hanno inoltrato istanze un alto numero di imprese. Cosi' 126 a Trapani, 105 a Siracusa e 82 a Ragusa.

Interessante risulta anche il raffronto tra il credito complessivamente richiesto, pari a 208 milioni di euro e il totale degli investimenti previsti, che sono 576 milioni di euro. "Queste prime settimane di attivita' - ha detto l'assessore regionale all'Economia, Gaetano Armao - in cui i nostri uffici hanno cominciato ad istruire le domande e a valutare nel merito la qualita' delle richieste, ci dicono che le aziende che hanno fatto ricorso al Credito d'imposta dimostrano di voler investire in un futuro di sviluppo per la nostra terra ed esprimono una realta' in controtendenza. Che quasi 900 imprenditori abbiano deciso di rischiare investimenti per mezzo miliardo di euro e' un fatto di assoluta importanza cui politica ed istituzioni devono rivolgere il massimo di attenzione". (Agi)


Nunzio Ciarcià